Menu

.

CARATTERISTICHE TECNICHE

  • Alimentazione: da 1 a 3 batterie al litio CR-123A 
  • Frequenza di funzionamento: 868 MHz 
  • Ingressi: n.1 di allarme di tipo NC-NA
  • Ingressi: n.1 di sabotaggio di tipo NC
  • Accelerometro mems a 3 assi per sabotaggio
  • Portata in aria libera: fino a 300m 
  • Range temperatura operativa: -10 - + 55°C 
  • Umidità: 95% 
  • Dimensioni: 100x43x17mm (hxlxp

PARTI COMPRESE 

  • 1 Scheda PCBA 
  • 1 Cavetto per collegamento OPTEX 
  • 1 Manuale di Installazione IT / EN / FR 

COME ORDINARE 

  • KSI5003001.300 - modulo matrix 
     

ACCESSORI 

  • KSI7203015.000 – Batteria al litio CR-123A 
    (200 pezzi a confezione) 

CONFOMITÀ 

Europa - CE, RoHs 

DESCRIZIONE FUNZIONI

matrix è un’interfaccia radio universale bidirezionale per collegare rilevatori di movimento di terze parti a basso assorbimento alla piattaforma lares 4.0, con la quale comunica su banda radio a 868 MHz.

matrix alimenta direttamente il dispositivo collegato con le proprie batterie di tipo CR 123A, da 1 a 3 batterie (la seconda e la terza sono opzionali) in maniera dipendente dal consumo del rilevatore di movimento connesso.

Attraverso la funzione di supervisione, che consiste in comunicazioni periodiche bidirezionali tra la centrale ed i dispositivi wireless, la centrale controlla la persistenza del collegamento radio con tutti i dispositivi wireless.

Due ingressi dedicati (allarme e sabotaggio) consentono di rilevare l’eventuale sabotaggio e/o allarme del rilevatore collegato. matrix stesso è dotato di protezione antistrappo mediante sensore di vibrazione (accelerometro), che consente, ad esempio nel caso venga montato su snodo, di rilevare anche una semplice rotazione o cambio di posizione del sensore.

La tecnologia implementata permette di rendere wireless qualunque tipo di sensore a basso assorbimento mediante l’utilizzo dei suddetti ingressi mentre, nel caso dei sensori OPTEX, lo scambio delle segnalazioni tra matrix e OPTEX avviene su via seriale connettendo la porta seriale di matrix con la porta seriale dell’OPTEX utilizzando il cavetto in dotazione.

Grazie a questo collegamento seriale si evita il cablaggio sulla morsettiera e le laboriose impostazioni manuali degli interruttori presenti sul dispositivo.

La configurazione del sensore OPTEX, si può effettuare anche da remoto, dall’interfaccia web di Ksenia SecureWeb o dall’APP Ksenia PRO, mentre tutti gli altri sensori, per collegarsi al matrix, devono collegare i fili alla morsettiera presente sulla scheda PCBA.

Per i sensori OPTEX della serie:

  • BXS (Radio/Anti-Mascheramento/PIR e sensibilità estrema alta PIR lato destro e lato sinistro);
  • VXS (Radio/Anti-Mascheramento/PIR e Microonda multidirezionale/copertura 90°);
  • WXI (Radio/Anti-mascheramento/PIR lato destro e lato sinistro/ copertura 180°);
  • WXS (Radio/Anti-mascheramento/PIR e Microonda lato destro e lato sinistro/copertura 180°);
  • QXI (Radio/PIR e Microonda multidirezionale/copertura 120°);

all’interno del programma di configurazione della piattaforma lares 4.0, è stata espressamente realizzata una sessione di programmazione a partire dal modulo matrix.

Infatti, a partire dal programma di configurazione di Ksenia, è prevista la personalizzazione del tipo di funzionamento che viene richiesto al sensore wireless matrix, optando tra funzionamento di tipo Universale (per collegare rilevatori di movimento di terze parti) oppure di tipo OPTEX (per collegare rilevatori di movimento OPTEX della serie BXS, VXS, WXI, WXS e QXI). In caso di funzionamento di tipo Universale, la personalizzazione è limitata alle generalità del solo dispositivo matrix (numero seriale, supervisione e protezione antistrappo). Nel caso di funzionamento di tipo OPTEX, la personalizzazione si estende al modello del sensore OPTEX collegato, la cui configurazione richiede, oltre alle generalità di cui sopra, la definizione del funzionamento (abilita/disabilita: sensore PIR, antistrappo/accelerometro, configurazione degli switch hardware a bordo, notifica allarme con LED, tempo di inibizione, anti-mascheramento), le impostazioni PIR (sensibilità PIR e numero impulsi PIR), il micro-onda (sensibilità micro-onda e immunità micro-onda), ecc.

.

Perché matrix?

  • perché consente di rendere wireless qualunque tipo di sensore a basso assorbimento;
  • perché è il completamento ideale dei sensori della serie BXS-RAM e VXS-RAM / VXS-RDAM della OPTEX, in quanto ne consente la gestione da remoto (configurazione e segnalazione allarme dettagliata);
  • perché dispone di 3 batterie, in grado di fornire autonomia fino a 4500 mAh, ottimizzando i tempi di sostituzione delle stesse.

.

.

.

.

.

.

 

Scarica subito l'APP Ksenia Pro!

   

.

LoginAccount
Torna su
Cookie Image