Menu

Massimo Ceresoli per Ksenia Security: leggi l'intervista

Massimo Ceresoli per Ksenia Security: leggi l'intervista

Abbiamo intervistato Massimo Ceresoli, manager di una importante ed innovativa azienda internazionale

È stato davvero un piacere poter intervistare Massimo, nostro cliente ormai da diversi anni. Una persona di grande spessore, appassionata come noi di tecnologia e innovazione e grande conoscitore del sistema Ksenia.

Massimo ha installato l'impianto di Sicurezza e Domotica presso la sua abitazione, utilizzando quindi i nostri dispositivi nel quotidiano. Per questo motivo, oltre a voler conoscere la sua opinione, volevamo anche ricevere eventuali suggerimenti e spunti di miglioramento.

Di seguito la sua intervista.

 

Ksenia: Che tipo di impianto hai installato?

Massimo: Oggi una lares 4.0 644 wls

Ksenia: Chi è il tuo Installatore Ksenia?

Massimo: Giancarlo Mastrorilli (Sy-Tech)

Ksenia: Raccontaci il passaggio da lares tradizionale a lares 4.0. Quali benefici hai riscontrato?

Massimo: Avevo scelto la lares 128 perchè mi garantiva la comunicazione e il controllo da remoto dell’impianto. Sono passato alla lares 4.0 perché avevo bisogno di una soluzione più evoluta (es. limiti del BUS) ed aperta a nuove esigenze, quali Domotica, controllo carichi, termoregolazione, gestione generatore e batterie accumulo ed, infine, accesso ad assistenti vocali (Alexa).

Ksenia: In che modo sei riuscito a coinvolgere la tua famiglia nel gestire, in maniera semplice, l’impianto Ksenia?

Massimo: I miei familiari hanno usato, e continuano tuttora ad utilizzare, principalmente la chiavetta RFDI e il telecomando per interagire con la centrale. Gli automatismi lavorano per loro, potendo così vedere in tempo reale che gli scenari vengono eseguiti in automatico. Ora stanno interagendo anche tramite Alexa e da Tablet con delle interfacce semplificate.

Ksenia: Quali sono le tue aspettative per il futuro?

Massimo: È fondamentale mantenere sempre la retrocompatibilità con le periferiche installate, per salvaguardare l’investimento. Mi aspetto un'evoluzione che comprenda la possibilità di avere 2 schede lares 4.0 in back-up continuo; uno sviluppo del Web Server, orientato alle necessità dell’utente esperto e dei famigliari (interfaccia più semplice, intuitiva, completamente touch); un miglioramento della gestione degli eventi con una semplificazione su condizioni temporali precedenti (es. se nei 30sec precedenti succede questo, allora esegui questo); gestione delle condizioni AND/OR, IF NOT THEN e della durata del tasto/comando (premuto breve/medio/lungo). Oggi questi comandi richiedono molti passaggi per essere realizzati.

In futuro mi aspetto una sempre maggiore integrazione verso la domotica e con dispositivi IoT.

Nello specifico:

  • gestione domotica su eventi esterni (integrazione IFTTT) come, ad esempio, gestione robot, irrigazione o altro su situazioni esterne (es Weather.com da IFTTT);
  • gestione domotica per la presenza o scomparsa di IP, effettuare dei comandi su auxi o Output virtuale (verso Alexa). Ad esempio, controllo presenza rete, funzionalità di un dispositivo o assenza di un dispositivo, come nel caso in cui siano assenti tutti i telefoni per oltre 10 minuti e l'impianto è spento. In questa circostanza, si dovrebbe ricevere una mail di avviso di “impianto spento”.

L’integrazione con dispositivi esterni dovrebbe poter includere anche un'integrazione della funzionalità di citofono, con possibilità di scenari, quali disinserimento totale o parziale a tempo (es. ingresso corriere).

 

Grazie Massimo per la tua disponibilità e gentilezza!

 

Vai all'articolo precedente:Diamo valore alla professionalità!
Vai all'articolo successivo:Funzione irrigazione: prendersi cura del prato con 'lares 4.0' e la Domotica Ksenia
LoginAccount
Torna su
Cookie Image