Menu

Illuminazione domotica: i vantaggi del controllo luci da smartphone

Illuminazione domotica: i vantaggi del controllo luci da smartphone

Nel momento in cui si decide di affrontare l'argomento Smart Home, non si può non parlare di illuminazione domotica. Al giorno d'oggi, le lampadine a Led permettono di risparmiare molto rispetto ai vecchi modelli ad incandescenza e, con l'integrazione di un impianto luci domotico, si possono abbattere decisamente i costi per l'illuminazione, risparmiando cifre considerevoli e andando a creare un minor impatto per l'ambiente.

Domotizzare luci: cosa sapere

Si possono installare due tipologie di luci domotiche: con HUB oppure senza HUB. Fondamentalmente, si tratta di una stazione di controllo che si collega alle varie lampade presenti in casa e che permette di controllare e programmare tutta l’illuminazione, come può essere la centrale lares 4.0.

È possibile avere un controllo luci da remoto anche con i sistemi privi di HUB, dal momento che possono essere comunque controllati tramite smartphone grazie ad alcuni componenti interni. Essi sono meno costosi ma, sul lungo periodo, risultano estremamente scomodi, dato che per ogni sistema si ha bisogno di una singola app.

Un sistema integrato con la centrale lares 4.0, invece, può essere comandato interamente da smartphone, grazie all'app lares 4.0un'unica soluzione che permette di controllare l'intero sistema di illuminazione domotica, così come tutte le altre funzionalità della nostra Smart Home, attraverso un'interfaccia semplice ed intuitiva.

Controllo illuminazione da remoto: la connessione

Le lampadine smart hanno la caratteristica di poter essere collegate al sistema Wi-Fi per funzionare ed essere connesse alla centrale lares 4.0. Questo permette il controllo remoto anche quando ci si trova fuori casa, con il semplice utilizzo dell'app lares 4.0. I sistemi Wi-Fi e Bluetooth possono funzionare anche indipendentemente, senza il collegamento alla centrale, ma hanno consumi molto elevati e comunicazioni più lente.

Avendo il sistema collegato alla centrale, si ha lo straordinario vantaggio di poter accendere o spegnere le luci dallo smartphone, in maniera coordinata e in base alle nostre esigenze, senza dover per forza fare il giro della casa. Ad esempio, è possibile spegnere con un singolo comando tutte le luci quando si esce, così come programmare l'accensione e lo spegnimento di determinate lampade in specifici orari.

Scenari luci domotica

La variazione d’illuminazione è la soluzione ideale per scegliere l’intensità luminosa adatta alle nostre esigenze. Un interruttore variatore ci permette di modificare semplicemente l'intensità, grazie ad un piccolo ricevitore nascosto nella scatola dell'illuminazione a variazione. Inoltre, possiamo centralizzare l'accensione o lo spegnimento di questa luce dal telecomando.

In presenza di un impianto domotico, è possibile creare degli scenari che prevedano attività programmate, in modo da automatizzare specifiche attività della casa. Questi scenari possono essere attivati in modo automatico (programmando un orario) o manuale, attraverso un interruttore o mediante l'app lares 4.0.

Risparmio energetico

Tra i vantaggi dell'illuminazione domotica ci sono i consumi ridottissimi. Ormai tutte le lampadine domotiche appartengono alla classe energetica A e, in alcuni casi, si arriva anche a quella A+. Anche se gli accessori smart non sono mai veramente spenti (dato che quando non emettono luce rimangono comunque connessi alla rete), la ridotta quantità di energia che consumano quando sono accesi compensa ampiamente quella che consumano per la connessione.

Assistenti vocali

Grazie alla centrale lares 4.0, inoltre, è possibile comandare le luci tramite gli assistenti vocali. Infatti, dopo aver configurato Amazon Alexa o Google Home all'interno dell'app lares 4.0, vengono automaticamente importate tutte le uscite, gli scenari compatibili e le stanze. Da questo momento in poi, è possibile gestire la propria casa tramite semplici comandi vocali che eseguano le azioni da noi richieste. In questo caso specifico, si può comunicare all'assistente vocale l'intensità luminosa che desideriamo ottenere all'interno dei nostri ambienti domestici.

Vai all'articolo precedente:Quarterly Photo Album 2020
Vai all'articolo successivo:"Non chiamatela centrale d'allarme!"
LoginAccount
Torna su
Cookie Image